Internet in quarantena: Cosa fanno gli italiani online? E quanto devono andare veloci?

La pandemia globale da COVID-19 ha sicuramente sottolineato l’importanza di internet e modificato le abitudini di tutti.

Internet è infatti passato in cima alla lista delle nostre priorità perché ci ha permesso, e ci permette tutt’ora, di svolgere quasi tutte le attività: lavorative, d’intrattenimento e relazionali.

Lavorare da casa con internet

Dallo smart-working, alle video-chiamate, al gaming e allo streaming online … La tecnologia sta supportando tutti, senza distinzioni.

È proprio il caso di dire che anche quando ritorneremo ad una pseudo-normalità lavorativa, ritroveremo aziende digitali e cittadini che non potranno
dimenticare questa importante componente quotidiana che ci ha sostenuti durante l’isolamento forzato.

Abitudini digitali durante il Coronavirus: come stanno cambiando!

Secondo quanto pubblicato dal report di McKinsey & Company, durante la pandemia, è cresciuta l’esigenza di comunicare e la ricerca di intrattenimento.

Il sentimento prevalente in Italia è quello della preoccupazione per l’economia e l’incertezza per il futuro che ha portato, conseguentemente, maggior cautela e parsimonia negli acquisti.

In questo periodo quindi, i siti più frequentati sono quelli dei servizi di ristorazione e spesa a domicilio, d’informazione verificata, di sistemi audio-video per comunicare anche in gruppo.

Nuove attività digital italiane durante la quarantena
( McKinsey Survey: Italian consumer sentiment during the coronavirus crisis )

Ma quanto è efficace la tua connessione internet?

Per scoprire le prestazioni della propria connessione internet;: innanzitutto, è fondamentale effettuare uno speed-test, cioè testare la velocità della connessione.

Conoscere la velocità di navigazione internet ci permetterà infatti di confrontarla con dei parametri indicativi standard:

  • Navigazione Web e controllo della posta elettronica: da 1 Mbps a 5 Mbps;
  • Streaming di Serie TV, film e documentari: dai 15 Mbps ai 25 Mbps; mentre per i contenuti in 4K è consigliabile
    disporre di almeno 40 Mbps;
  • Gaming online: dai 40 ai 50 Mbps o superiore;
  • Videoconferenze di gruppo: dai 2,5 Mbps anche se è consigliabile utilizzare connessioni con almeno 10,20 Mbps.

Cambio operatore internet e telefonia: prezzi in calo.

Gli operatori di telefonia hanno abbassato sensibilmente i prezzi delle offerte fibra ottica, telefono e ADSL, specie durante l’emergenza Coronavirus,

Risparmia Telefonia per aziende

Molti imprenditori hanno quindi colto l’occasione per rivedere i costi fissi, chiedendo un supporto a consulenti e specialisti in telefonia e reti aziendali.

Anche in questo caso infatti non è consigliabile il fai-da-te o l’utilizzo di un servizio di comparazione online, ma è meglio avvalersi di professionisti che siano in grado di esaminare tutte le voci di contratto e non lasciare nulla al caso, compresi i costi nascosti e le voci di spese extra.

Infatti cambiare operatore è molto semplice, ma bisogna seguire la giusta procedura per evitare di perdere il proprio numero di telefono o pagare costi non dovuti. Se vuoi una consulenza gratuita, usa la nostra chat in fondo a questa pagina e ti risponderà il primo operatore disponibile.

Nessun Commento

Lascia un commento

Ho letto e accetto la privacy policy