Banda minima Garantita: Come Scegliere l’offerta Adsl o Fibra

Per scegliere la migliore connessione per la propria azienda, Banda minima garantita fastweb-picbisogna sempre tenere conto di alcuni parametri fondamentali per assicurarsi le prestazioni migliori e la velocità sperata.
Uno di questi è sicuramente la Banda Minima Garantita (BMG, o Minimum Cell rate – MCR – in inglese), un preciso dato numerico in grado di rispecchiare l’effettiva stabilità della connessione internet nel tempo. La BMG misura infatti la velocità minima garantita dai provider di servizi ai propri utenti, in qualsiasi condizione.

Spesso le principali offerte di connessione basano la propria efficacia su un dato parzialmente attendibile, quello della velocità teorica. Molte volte sentiamo parlare di internet a 7 o a 20 mega, per le soluzioni ADSL. Il dato si riferisce però esclusivamente alla massima velocità raggiungibile dalla connessione in fase di ricezione (download), in condizioni molto particolari (e quasi mai possibili per tutti gli utenti), determinate da diversi fattori.

A incidere sulla qualità di un normale segnale adsl sono infatti diversi elementi, quali la distanza dalla centrale, la qualità del doppino di rame e del modem/router utilizzato, l’utilizzo di prese principali o secondarie. Se la connessione non incontra le migliori condizioni, in base a questi fattori, la velocità scende sensibilmente fino a valori molto poco soddisfacenti.

Verifica copertura Fastweb Fibra Ottica

 

La velocità teorica di connessione

Il dato sulla velocità teorica è spesso associato a proposte economiche che appaiono particolarmente vantaggiose, ma che non assicurano una resa ottimale del collegamento a Internet, proprio perché non riescono a garantire una velocità minima per l’adsl. Lo stesso vale per le connessioni in fibra ottica, anch’esse condizionate dall’ampiezza di banda garantita per la fibra dai diversi fornitori.

Diverso è invece il discorso che riguarda le offerte in grado di assicurare una velocità di connessione reale e attendibile, e cioè di fornire una Banda Minima Garantita per adsl e fibra: la BMG si rivela un dato imprescindibile per orientarsi nell’oceano di offerte disponibili sul mercato delle connessioni, poiché permette di conoscere la capacità della linea di assicurare all’utente la somma della velocità minima in kbps in ricezione e la velocità minima in kbps in upload, in qualunque istante vengano misurate.

Poter fare affidamento su prestazioni garantite, stabilite per contratto, consente a un’azienda di basare la propria produttività anche sulle prestazioni affidabili del servizio di connessione sottoscritto: si può avere la certezza di lavorare senza improvvisi cali di banda che finiscano per influenzare l’efficienza aziendale, comportando perdite di rendimento e di profitto.

 

Quanta banda minima garantita ti serve?

fibra-banda-wifi-minima-garantitaPer stabilire quale sia la velocità minima dell’adsl o la banda minima per la fibra più adatta alle proprie necessità, bisogna proprio ragionare sulle effettive esigenze di connessione di ciascun utente. L’utilizzo di internet da parte di un utente privato è tendenzialmente diverso dall’uso che della navigazione in rete fa un’azienda. L’utilizzo più comune di una ADSL o della Fibra Ottica in un contesto aziendale è caratterizzato dall’uso costante di servizi quali l’invio e ricezione di e-mail, la navigazione tramite browser, l’accesso ad applicativi, a sistemi di prenotazione online o a servizi di gestione bancaria, l’invio e la ricezione di file più o meno pesanti (preventivi, immagini, documenti testuali più o meno corposi, fogli Excel, file compressi). Le esigenze variano, chiaramente, in base alla tipologia e al settore di interesse di ciascuna impresa ma, in qualsiasi caso, la stabilità del segnale di connessione nel tempo rimane il fattore più importante: occorre dotarsi di una linea che offra una velocità minima garantita sufficiente a portare a termine tutte le operazioni richieste, in tempi accettabili e a qualunque ora del giorno, specie negli orari di punta.

 

Fare la scelta giusta per la propria azienda

Già da qualche anno la banda minima garantita è uno dei parametri di trasparenza dell’offerta e garanzia delle prestazioni di navigazione sanciti dall’Agcom: è dovere dei provider fornire tutte le informazioni necessarie affinché la scelta da parte degli utenti possa avvenire nella piena consapevolezza della qualità del servizio proposto dal fornitore. Ed è importante sapere che non sempre il prezzo più conveniente corrisponde al miglior servizio a disposizione. Se è chiaro che maggiore è la velocità, minore sarà il tempo impiegato per svolgere le operazioni in rete, al momento della scelta del proprio provider bisogna prestare particolare attenzione al parametro della banda minima garantita per l’adsl o per la fibra ottica. Solo in questo modo si può essere certi della qualità della linea, data proprio dalla Banda Minima Garantita, e non incorrere in brutte sorprese, improvvisi crolli di rendimento e connessioni a singhiozzo.

Solitamente, nelle offerte di fascia più economica la velocità BMG Fastwebminima garantita non è un dato immediatamente reperibile, proprio perché una banda minima non è espressamente prevista dalle offerte di fascia più bassa. Per poter accedere a un contratto con adsl minimo garantito o fibra a banda garantita è necessario spostare la propria attenzione su servizi appartenenti a una fascia di costo leggermente superiore. Uno sforzo economico di poco maggiore può valere senza dubbio la pena, poiché si traduce automaticamente in una migliore resa delle connessioni, e quindi in un grado di efficienza maggiore delle operazioni online, specie se aziendali, con chiare ricadute positive sulla produttività.

Mentre un buon livello di banda garantita per privati si aggira intorno ai 16 kbps, sarebbe opportuno che una buona connessione per aziende assicurasse un segnale minimo di 256 kbps: la qualità del segnale non deve mai scendere al di sotto di questo valore, nemmeno in condizioni di traffico intenso sulla linea. La stabilità della connessione può essere sempre misurata anche avvalendosi del software Ne.Me.Sys., che è il programma ufficiale fornito dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per la misura della qualità della connessione ad Internet da postazione fissa. Qualora la velocità minima del segnale adsl o fibra non rispettasse i valori garantiti dal contratto, si potrà sporgere opportuno reclamo al gestore affinché provveda al ripristino dei valori previsti. Anche per questa ragione è bene dotarsi di un servizio di livello più alto, che sia in grado di garantire la necessaria assistenza, con tempi celeri di risposta e di intervento sulla linea.

Banda minima Garantita: Come Scegliere l’offerta Adsl o Fibra
3.7 (73.33%) 3 votes

Può interessarti anche

Fibra Ottica vs ADSL quali sono i vantaggi reali? Ultimamente sentiamo spesso parlare di fibra ottica e di come questa tecnologia aiuti le imprese ad aumentare la propria competitività e il proprio fa...
Scopri l’offerta ADSL o Fibra più conveniente sul mercato Le offerte per l'adsl o la fibra vanno da 25€ a 35€ al mese, è possibile compararle su vari portali, ma spesso e volentieri si finisce per comparare s...
Offerte fibra ottica: qual è la più conveniente? La fibra ottica permette senz'altro un grosso salto di qualità per la tua azienda, ma non è il caso che tu ti metta subito a verificare se spenderai 5...
Fibra ottica 1 Giga come attivarla senza attese La fibra ottica 1 GIGA è la fibra più performante ed oggi puoi averla a prezzi competitivi. Con una connessione internet così veloce non dovrai più...